Il mio primo parrocchetto

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il mio primo parrocchetto

Messaggio  tonia501 il Mer Set 11, 2013 7:57 pm

Ciao a tutti!
Ho preso un mese fa un parrocchetto monaco, e sto cercando in tutti i modi di imparare...
Il parrocchetto viene purtroppo da una grande catena di negozi di animali. L'ho visto la prima volta in una gabbietta al centro dell'affollatissimo negozio e sono tornata a vederlo spesso. Dopo qualche settimana era talmente nervoso e agitato che ho deciso di portarlo a casa, a prescindere dal fatto che non volessi dare soldi a tale catena Furioso
Dall'anellino so che nato nel 2013, il CITES stato registrato a giugno... non so quando abbia di preciso.
Non so neanche chi lo abbia svezzato. Mi hanno detto che allevato a mano... ma se stato allevato al negozio, gi so come funziona: poppate veloci e poi di nuovo chiusi dietro il vetro, nessun vero contatto umano.
Poi, finito nella gabbietta al centro del negozio, con bambini che sbattevano le mani sulla gabbia, adulti non da meno e un chiasso micidiale.
Ora un mese che vive con me.
I primi tempi si faceva fare i grattini dentro la gabbia, poi ho iniziato piano piano a farlo uscire in camera da letto. Visto che non gradisce le attenzioni fuori dalla gabbia, non lo posso accarezzare. Gli parlo e gli do del cibo, poi lo ignoro e lascio che si faccia gli affari suoi.
Da qualche giorno lo lascio libero per tutta la casa (bagno e cucina esclusi). Non vuole assolutamente essere toccato, passa la maggior parte del tempo in cima alla gabbia e spesso e volentieri apre e chiude il becco come fanno le "mie" cocorite quando sono stressate. Quando smette di sbattere il becco. si muove a scatti. A volte alza e abbassa la testa, tipo molleggiante. Gli parlo, gli do da mangiare dalle mani (mela o semi di girasole)... ma quando gli porgo qualcosa, il suo primo istinto di attaccare e ritrarsi.
Non sale sul dito, anzi, ne terrorizzato. Per passa parecchio tempo sulla mia testa Razz
I grattini sono rarissimi, anche nella gabbia ora non contentissimo se voglio accarezzarlo. Ma quando decide che posso, allora si gonfia e socchiude gli occhietti beato.
La gabbia all'ingresso della casa, dove arrivano i suoni dal salotto ma la luce solo naturale. All'interno ha un ponticello di legno e un cerchio pendente di corda. Lui esce il pomeriggio, perch con il cane in giro devo per forza esserci anche io quando libero. Lo faccio uscire almeno un'ora e mezza, se non esco rimane libero tutto il pomeriggio.
Cosa devo fare per aiutarlo a fidarsi di me? Capisco che un mese forse poco, ma voglio evitare di fare danni Wink
Scusate il poema, cercavo di darvi una prima impressione il pi dettagliata possibile.
Grazie a tutti|bouncebouncebounce

tonia501

Numero di messaggi : 2
Data d'iscrizione : 10.09.13

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum